IP intercom

LiftHELP: allarmi ascensori secondo le EN 81-80:2009e

Menu PHP!

Dispositivo di allarme ascensori prescritto dalle EN 81-80:2019 conforme alle EN 81-28:2019



La norma EN 81-80:2009 (Regole per il miglioramento della sicurezza degli ascensori per passeggeri e degli ascensori per merci esistenti) prescrive l'installazione di un dispositivo di allarme in cabina e per il recupero di persone intrappolate nel vano di corsa.

La norma EN 81:28 (Teleallarmi per ascensori e ascensori per merci) prescrive che questo sistema assicuri all'utente una comunicazione vocale bidirezionale che consenta il contatto permanente con un centro di soccorso ed inoltre richiede che sia dimostrabile in qualsiasi momento il positivo funzionamento del sistema con un test effettuato almeno ogni 3 giorni (72 ore).


Il sistema LiftHELP, oltre a soddisfare pienamente la normativa di riferimento per quanto riguarda i dispositivi di teleallarme, prevede due ulteriori sottosistemi il cui utilizzo, unitamente alla formalizzazione di una procedura che regoli le modalità di intervento in caso di emergenza, consente di evitare la necessità di presidiare gli impianti in tutto l'arco delle 24 ore.
In definitiva il sistema LiftHELP gestisce in maniera unitaria in modo tale da apparire all'operatore come un'unica entità:

il sistema vocale di allarme e comunicazione

il sistema di remotizzazione degli stati dell'ascensore

il sistema di videosorveglianza

Ciascuno di questi sottosistemi può avere diverse configurazioni essendo scalabile in maniera estremamente flessibile e quindi in grado di adattarsi alle diverse esigenze di ciascun impianto di elevatori a partire dallo stato di fatto esistente.

In particolare, il sistema audio di comunicazione deve assicurare:

L'invio di una chiamata di emergenza al “Servizio di soccorso” da parte di chi dovesse trovarsi in difficoltà mentre si trova all'interno della cabina dell'ascensore, assicurando una comunicazione vocale bidirezionale che consenta il contatto permanente con un centro di soccorso

L'invio di una chiamata di emergenza al “Servizio di soccorso” da chi dovesse trovarsi in difficoltà mentre si trova all'interno del vano corsa dell'ascensore (segnatamente nel locale argani o nella fossa) assicurando una comunicazione vocale bidirezionale che consenta il contatto permanente con un centro di soccorso

La possibilità di comunicare tra l'interno cabina e il luogo da cui viene eseguita la manovra di emergenza (segnatamente il locale argani e/o la fossa).


Gli apparati installati su più ascensori fanno capo ad un'unica control room dove è installato il software di supervisione che consente di visualizzare le immagini delle telecamere associandole all'Help Point cui si riferiscono. Questo software provvede a monitorare, tramite la rete LAN e in tempo reale, lo stato dei singoli apparati registrando in un log gli eventi significativi.
Questo software, inoltre, certifica i risultati del test periodico che, con cadenza di almeno 72 ore, viene effettuato su tutti gli apparati dei diversi “Sistemi di allarme” come prescritto dalla norma.

Il sistema è completato da un gateway GSM che dialoga in IP con gli apparati di campo installati sull'ascensore e, in caso di mancata comunicazione con l'operatore del “Servizio di Soccorso”, gira la chiamata automaticamente ad un massimo di 4 numeri di telefono memorizzati in precedenza.

Piede Pagina php!


Se desideri maggiori informazioni contattaci riempendo il form che trovi QUI !


Seguici su:

IP intercom

facebook


Seguici su

IP intercom

LinkedIN


Clicca sotto per trovarci

IP intercom


ERMES ELETTRONICA s.r.l. - Via Treviso, 36 - 31020 SAN VENDEMIANO - ITALY
Phone +39 0438 308470 - Fax +39 0438 492340 - email: ermes@ermes-cctv.com